I MIEI DIRITTI

-Il vademecum del lavoratore-

8 marzo 2016. Da domani, in tutti i luoghi di lavoro della regione, verrà  distrubuito un vademecum del lavoratore su alcuni diritti di legge e del contratto di lavoro, nonché tutele  per le donne vittime di violenza,  elaborato dai coordinamenti giovani e donne.


SLP INFORMA

IL Nuovo Notiziario della Segreteria Regionele completamente rivisto e soprattutto on line

Edizione Luglio 2016

HOME
CIRCOLARI

BANDO DI CONCORSO
“BONUS CICOGNA” Gestione Fondo Ipost

in favore dei bambini nati nell’anno solare 2015, figli ed orfani dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A. e dei dipendenti ex IPOST, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% di cui all’art. 3 della Legge n. 208 del 27 marzo 1952, nonché dei pensionati già dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A. e già dipendenti ex IPOST

alleghiamo il relativo bando di concorso

 

IMPORTANTE :precisiamo che la domanda dovrà essere presentata direttamente on line attravero il sito inps e pertanto tutti i colleghi interessati dovranno essere dotati di pin dispositivo . nel bando sono presenti tutti i dettagli.

il termine ultimo di presentazione è entro il giorno 31 ottobre 2016.


allegati
FileFile size
Download this file (Bando_concorso_BonusCicogna.pdf)Bando_concorso_BonusCicogna.pdf138 Kb
 
Notizie

In RISPOSTA al Segeratrio Generale SLP-CISL Luca Burgalassi

 

Ai Segeratrio Generale SLP-CISL

Luca Burgalassi

Al Segretario Regionale SLP-CISL

Giuseppe Lanzafame

Al Segreterio Regionale USR CISL

Mimmo Milazzo

Caro Segretario

Riscontriamo la Tua nota in risposta alla nostra del 1 agosto u.s. e lo facciamo ancora una volta pubblicamente, soprattutto per mettere a conoscenza della questione i tantissimi amici e colleghi sparsi per tutta Italia che da qualche giorno ci chiedono il perché delle pesanti offese indirizzateci dal Segretario Generale uscente delle quali sarai a conoscenza essendone pieni i social.

In coscienza, ci sentiamo nel diritto di tutelare la nostra dignità, prima come uomini e poi come sindacalisti e ciò non lo deleghiamo a nessuno.

Siamo stati “trascinati” a forza dalle provocazioni nel merito dell’iniziativa di Palermo,

( assemblea  generale dei lavoratori del 1 agosto ) per la quale condividiamo con te l’apprezzamento, semmai, semplicemente, non abbiamo seguito su quel terreno il collega di Palermo in quanto, quell’assemblea, indetta solo da SLP, non si sposava con il percorso unitario deciso a livello nazionale e votato a livello regionale ( vertenza privatizzazioni , servizi postali, mercato privati, ecc.ecc. )  Iniziativa questa che, se fosse stata imitata da tutti i territori della Sicilia, ( solo SLP) significava rompere sul nascere il progetto unitario nazionale. Quando si decide a maggioranza, qualcuno ci spiega sempre, quel voto va rispettato, ovunque. A seguito di quella solitaria iniziativa, di cui ci risulta tu sia stato informato preventivamente, tutta la SLP in Sicilia è stata contestata duramente dalle altre 5 OO.SS. ed era obbligo del Segretario Regionale (come puntualmente attuato, tramite un volantino) difendere la Cisl ed il suo gruppo dirigente, tutto.

Cogliamo però adesso il vero significato di quella rischiosa posizione del territorio di Palermo.

Forse voleva essere una sorta di protesta o di reazione contro il presunto isolamento di cui, lo apprendiamo ora, si sente colpito il territorio di Palermo?  Se, a quanto pare, la Segreteria Nazionale condivide questa “sofferenza” a noi invece risulta sconosciuta, visto che nei nostri Organismi regionali (almeno uno al mese) non sono mai stati espressi sentimenti di tal genere ma insoddisfazioni, come tutti, nel merito di riorganizzazioni che derivano da processi seguenti ad Accordi Nazionali  fra le oo.ss. e vertici di Poste Italiane che dobbiamo governare e fare applicare a volte con tantissima difficoltà.  Gli insulti e le offese gratuite invece l’obiettivo lo hanno raggiunto che lo ribadiamo, era quello di dividere la Regione su argomenti pretestuosi se non di sana pianta “inventati”. Altrimenti sfidiamo chiunque ad indicare nostre critiche, ufficialmente espresse, su una iniziativa di un territorio decisa in perfetta e diremmo anche legittima autonomia.  E’stata tesa una rete e purtroppo ci si è rimasti impigliati.

Ci è stato ricordato in uno degli insulti ricevuti che “a due settimane dal voto del Consiglio Generale del SLP CISL ,in Sicilia nessuno doveva illudersi che nulla sarebbe cambiato” (testuale).

Dobbiamo ancora pagare un prezzo all’onda  del mancato consenso nella elezione del nuovo Segretario Generale? E’ così che funziona ? Una scelta democratica, espressa peraltro anche fuori dalle urne, con lealtà, trasparenza e motivazioni è oggetto scatenante di pubbliche offese? Un voto di opposizione, peraltro non espresso solo dalla Sicilia (dai 17 ai 24 voti contrari su 91 e la Sicilia ne esprime 8, provoca tanta rabbia e scomposte reazioni da chi comunque ha ottenuto la maggioranza, anche se non “bulgara”, nelle proposte?

Tutti noi, tranne prova contraria, facciamo parte integrante di una Organizzazione Sindacale e non ci risultano appoggi a favore di chicchessia. Non ci appassiona la schermaglia e la dialettica politica fine a se stessa e francamente non intravediamo alcun elemento che possa avere indotto a schierarci da una parte o dall’altra. Anche questo, ahinoi, è un vecchio e fragile pretesto.

Tantomeno ci risultano espressi, negli incontri orizzontali in cui abbiano partecipato, giudizi che qualcuno ti ha riportato e che apprendiamo nella nota; abbiamo invece registrato riflessioni positive sull’operato della SLP e dell’attività che i territori e la Regione Sicilia stanno portando avanti nell’interesse più complessivo del sindacato e da dirigenti della Cisl di indiscusso livello e trasparenza. Quindi nessun motivo per sentirsi in dovere di difendere alcuno.

Siamo noi per primi che sosteniamo la necessità di smetterla con le prevaricazioni generali frutto della autonomia di giudizio dei nostri Territori e della Regione, non il contrario. Siamo noi che chiediamo di parlare di Politiche e non di continui nemici da abbattere quale obiettivo della nostra azione, soprattutto in questo delicato momento. Siamo noi che pensiamo che debba prevalere la responsabilità della grande forza di rappresentanza che esprimiamo.

Per quanto ci riguarda la polemica finisce qui. Ma ribadiamo la necessità di una tua presenza al prossimo OCR della Sicilia: secondo noi ci si chiarisce partecipando ai confronti e non sottraendosi ad essi.

Se non ci sarai prenderemo atto serenamente dell’ipotesi che in fondo chiarire non è una priorità di questa Segreteria Nazionale

Un saluto.

03/08/2016

I SEGRETARI TERRITORIALI SLP-CISL

G. GRECO

(Segr. Terr.le Agrigento)

G. D’ANTONI

(Segr. Terr.le Caltanissetta)

S. ALFANO

(Segr. Terr.le Enna)

S. DI GRAZIA

(Segr. Terr.le Catania)

G. SCHILLACI

(Segr. Terr.le Messina)

G. GIUMARRA

(Segr. Terr.le Ragusa)

E. ELEFANTE

(Segr, Terr.le Siracusa)

G. FERRANTE

(Segr. Terr.le Trapani)

 
Notizie

RINNOVO CCNL: IL PUNTO PRIMA DELLE FERIE

Com’è noto nelle ultime settimane la delegazione sindacale ha proseguito il confronto sul rinnovo del CCNL con l’Azienda.

Si sono formate due commissioni: la prima che si confronta su disciplina del sistema di relazioni industriali, diritti sindacali e welfare sanitario e la seconda che si confronta sulla disciplina del rapporto di lavoro.

Con l’arrivo di agosto i lavori sono stati sospesi e si riprenderà a settembre.

Per quel che riguarda la prima commissione il confronto si è svolto come segue:

come già anticipato, il lavoro è stato fortemente condizionato dal ritardo nel recepimento del Testo Unico sulla rappresentanza, sul quale permangono alcuni elementi da sciogliere all’interno della parte sindacale. Si è proceduto quindi ad una lettura con discussione conseguente di quegli articoli che non hanno relazione con l’accordo sulla rappresentanza.

Gli Articoli 7 e 11 sono stati modificati e siglati e li rimettiamo in allegato al messaggio. In particolare l’articolo 7 “Informazioni riservate” è stato modificato al fine di dare un termine entro il quale la commissione ivi prevista si insedi e avvii i propri lavori. L’Articolo 11 “Contributi Sindacali” è stato modificato per garantire una maggiore trasparenza nella registrazione delle deleghe e delle disdette, prevedendo una gestione da parte aziendale accentrata presso la Direzione generale.

Per quanto attiene il perimetro contrattuale, la premessa, gli articoli 4; 5; 8; 9; 10;12;13;14;15 e 16 al momento si è proceduto a una lettura condivisa con esplicitazione delle richieste di modifica da ambo le parti, ma non si è ancora arrivati ad una definizione dei nuovi testi.

La prima commissione ha poi dedicato una seduta al tema della sanità integrativa, l’azienda ha presentato la propria proposta, che prevede l’utilizzazione del Fondo Sanitario di Poste Vita, che garantirebbe la continuità delle prestazioni anche qualora non vi sia corrispondenza tra il valore delle stesse e i contributi versati. Come parte sindacale abbiamo richiesto di avere un ruolo attivo nella Governance della prestazione e di ricevere maggiori informazioni relative ai pacchetti di prestazioni proposte e costo individuale, nonché la possibilità di estendere la protezione sanitaria integrativa ai familiari a carico e le modalità per mantenere attiva al prestazione anche dopo il pensionamento.

Poste Vita ci ha presentato due simulazioni di possibili pacchetti di prestazioni destinati ai dipendenti del Gruppo Poste Italiane, ne abbiamo approfondito le caratteristiche e le potenzialità, abbiamo chiesto unitariamente alcune modifiche, di cui avremo risposte da Poste Vita alla ripresa di settembre.

Per quanto riguarda la Governance l’azienda ci ha proposto di inserire nell’Articolo 5 (Partecipazione) l’istituzione di un comitato paritetico che abbia il compito di monitorare l’andamento della gestione del fondo, di proporre eventuali modifiche alle coperture sanitarie previste dal Piano, essere consultato ed esprimere pareri rispetto ad ogni delibera del Fondo sanitario che possa avere ricadute sulla prestazione in favore dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane. Come OoSs ci siamo riservati di dare risposte sul testo alla ripresa della trattativa.

 

Per quel che riguarda la seconda commissione il confronto si è svolto sui seguenti articoli:

  • Premessa
  • Articolo 18 assunzione
  • Articolo 19 periodo di prova
  • Articolo 20 classificazione del personale
  • Articolo 21 quadri
  • Articolo 22 rapporto di lavoro a tempo determinato
  • Articolo 23 rapporto di lavoro a tempo parziale
  • Articolo 24 apprendistato professionalizzante
  • Articolo 25 apprendistato per l’acquisizione di un diploma di laurea o per percorsi di alta formazione
  • Articolo 26  contratto di somministrazione a tempo determinato
  • Articolo 27 contratto di inserimento lavorativo  (  tale tipologia di rapporto di lavoro è stato abolito per legge)
  • Nuova proposta di articolo 27:  lavoro agile

Al momento abbiamo al momento condiviso in via preliminare (ovviamente da confermare al momento dell’esame complessivo di tutto l’articolato) la premessa e gli articoli: 18, 19, 24 e 25.

Per gli articoli: 22, 26 e 27 permangono ancora limitate differenze fra azienda ed OO.SS.

Per gli articoli 20 e 21 le differenze espresse sono state talmente rilevanti che l’Azienda non ha ritenuto nemmeno di presentare un testo.

Per l’articolo 23, per il quale l’Azienda ha presentato un testo le differenze sono state rilevanti, soprattutto con riferimento alle clausole flessibili speciali e per i criteri di trasformazione da part time a  full time.

Ovviamente gli articoli accantonati saranno ripresi nella parte finale della trattativa.

In allegato vi inviamo i testi degli articoli condivisi

In settembre riprenderà la trattativa e vi terremo informati sul suo prosieguo.

 
Notizie

LETTERA AL Segeratrio Generale SLP-CISL Luca Burgalassi

 

Ai Segeratrio Generale SLP-CISL

Luca Burgalassi

Al Segretario Regionale SLP-CISL

Giuseppe Lanzafame

Al Segreterio Regionale USR CISL

Mimmo Milazzo

in questi anni e comunque nella storia della slp-cisl, la Sicilia e con essa i Territori, hanno sempre rappresentato un punto rilevante all’interno del panorama nazionale sia in termini di qualità del gruppo dirigente che di pura percentuale di rappresentanza, da qualsiasi punto di vista questa la si voglia leggere ed interpretare.

Risultati eccellenti, numero di iscritti da primato, sempre ai massimi livelli nelle elezioni RSU e nonostante le enormi difficoltà affrontate in anni di solitudine, un aumento di tutto rispetto della rappresentanza e della presenza politico sindacale sui posti di lavoro attraverso un impegno territoriale costante di mobilitazione, vertenzialità, presenza sul territorio, tutela dei lavoratori e degli interessi rappresentati.

E evidente come questo sia avvenuto con un forte e continuo sostegno alla vertenzialità nazionale frutto di scelte generali dell’organizzazione.

E ancor più evidente come tutto ciò sia da attribuire anche al grande ruolo politico-sindacale svolto dalla Segreteria Regionale che lavora da sempre a supporto dei Territori ed alla quale riconfermiamo il pieno ed incondizionato sostegno.

Anche nei giorni scorsi la Regione e con essa i Territori hanno espresso una fortissima mobilitazione sui temi oggetto della attuale conflittualità (privatizzazione, recapito, mercato privati) con decine e decine di assemblee sui posto di lavoro, presidi sotto la sedi istituzionali Regionali e Territoriali delle Poste, davanti alle locali Prefetture, incontri con istituzioni locali che  purtroppo non hanno avuto il piacere dell’attenzione Nazionale.

Assistiamo invece ad un tentativo di strumentalizzazione politica, alimentato e orientato dall’esterno, anche da chi non avrebbe titolo, che appare tutta protesa a dividere la regione, probabilmente per “normalizzarla”, senza alcuna motivazione di ordine politico-sindacale se non quella della solita dimostrazione di imperio.

Per tallì motivazioni, nell’interesse  dell’organizzazione, dei lavoratori che rappresentiamo e della continuità della nostra azione politico sindacale, richiediamo alla Segreteria Regionale la convocazione, alla ripresa, di un OCR con la presenza autorevole del neo Segretario Generale Slp-Cisl e della Cisl Regionale.

01/08/2016

I SEGRETARI TERRITORIALI SLP-CISL

 

G. GRECO

(Segr. Terr.le Agrigento)

G. D’ANTONI

(Segr. Terr.le Caltanissetta)

S. ALFANO

(Segr. Terr.le Enna)

S. DI GRAZIA

(Segr. Terr.le Catania)

G. SCHILLACI

(Segr. Terr.le Messina)

G. GIUMARRA

(Segr. Terr.le Ragusa)

E. ELEFANTE

(Segr, Terr.le Siracusa)

G. FERRANTE

(Segr. Terr.le Trapani)

 
Notizie

Dal  mese di agosto il servizio per la fornitura dei buoni pasto per i dipendenti del Gruppo Poste sarà affidata a Qui Group . A causa dei tempi tecnici necessari alla modifica del sistema determinato dall’  implementazione delle nuova anagrafica fornitori solo per il mese di agosto potrebbero registrarsi lievi ritardi nella consegna dei buoni pasto cartacei diversamente la ricarica dei buoni pasto elettronici avverrà regolarmente.

Infine entro il mese di dicembre 2016 si procederà alla sostituzione del buono pasto cartaceo con quello elettronico circa 65 mila dipendenti sull’intero territorio nazionale.

Vi terremo aggiornati

 
Notizie

SEGRETERIA REGIONALE 

INDENNITA' DI FUNZIONE E PREMIO DI PRODUTTIVITA'

 

GLI ENTI DELLA CISL CON I SERVIZI

PER IL LAVORATORE

-CITTADINO-CONSUMATORE

caf logo

UTENTI REGISTRATI
CIAO



 6 visitatori online

Cerca
NEWSLETTERS
Iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi HTML?

Il foto album dell'evento è pubblicato sulla nostra pagina facebook

clicca qui per vederlo

Secured by Siteground Web Hosting

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information