I MIEI DIRITTI

-Il vademecum del lavoratore-

8 marzo 2016. Da domani, in tutti i luoghi di lavoro della regione, verrà  distrubuito un vademecum del lavoratore su alcuni diritti di legge e del contratto di lavoro, nonché tutele  per le donne vittime di violenza,  elaborato dai coordinamenti giovani e donne.


SLP INFORMA

IL Nuovo Notiziario della Segreteria Regionele completamente rivisto e soprattutto on line

EDIZIONE NOVEMBRE 2016

HOME
Notizie

 
Notizie

GRAZIE

a tutti per la partecipazione allo sciopero nel nostro territorio

MP – Filiale  oltre il 70%

MP – Contact Center oltre il 90%

MP – Pcl (Recapito Ram 1 provincia Siracusa) oltre il 70%

GRAZIE

a tutti i lavoratori che hanno partecipato alla manifestazione regionale di Palermo dimostrando con le loro urla, con la loro compostezza, con la loro organizzazione e con il loro sacrifcio cosa è sempre ed ancora in grado di fare il LAVORATORE POSTALE

GRAZIE

anche a tutti i lavoratori precettati che non sono potuti essere fisicamente presenti con noi

GRAZIE

ai lavoratori  che hanno ben compreso le ragioni dello sciopero al di là della pubblicità gratutita contraria, delle strumentalizzazioni propagandate  legate ad altre questioni e a tutti quelli che non si sono lasciati convincere da personali possibili legittime aspettative

GRAZIE

anche ai lavoratori che hanno scelto "LIBERAMENTE" di non scioperare senza nascondersi  dietro giustificazioni inutili e puerili che offendono la nostra inteligenza mettendo a rischio una grande dimostrazione di compattezza dell’intero settore necessaria per la nostra salvaguardia

GRAZIE.

E’ stata una dimostrazione di forza, non contro l’Azienda come qualcuno voleva far credere, non l’uno contro l’altro, che ci dà ancora di più la carica per opporci alla privatizzazione,  ottenere il funzionamento  dei servizi  così come fino ad oggi abbiamo cercato di fare contro una Azienda sorda, ma sopratutto tenendo insieme PCL ed MP che insieme sono riusciti ad ottenere risultati importanti, impensabili in altre aziende  ma veri nella nostra realtà.

IL POPOLO POSTALE HA ANCORA UNA VOLTA DIMOSTRATO DI CREDERCI.

Non riusiciranno facilmente a portarci via quello che abbiamo costruito con il nostro lavoro e con il nostro assiduo impegno.

Un ottimo inizio per affronatare le future battaglie.

Il Segretario Territoriale Slp - Cisl

(Eugenio Elefante)

 
RASSEGNA STAMPA

Siracusa, Venerdì sciopero generale dei dipendenti di Poste italiane

Siracusa, Venerdì sciopero generale dei dipendenti di Poste italiane

1 Novembre 2016

Le Segreterie Nazionali slp Cisl, Slc Cgil, Failp Cisal, Confasal Com e Ugl Com hanno proclamato lo sciopero generale in Poste Italiane Spa per l’intera giornata del 4 novembre con manifestazioni in ogni regione. A Roma è previsto un presidio di fronte al Mef e una manifestazione davanti la sede centrale di Viale Europa 175.

La decisione del Consiglio dei Ministri di quotare in Borsa un ulteriore 29,7% e del conferimento a Cassa Depositi e Prestiti del rimanente 35% del capitale, con l’uscita definitiva del Ministero dell’Economia dall’azionariato di Poste Italiane, muta completamente gli assetti societari e il controllo pubblico in Poste Italiane. Una decisione assunta a breve distanza dal primo collocamento azionario di oltre il 30% effettuato ad ottobre 2015.

Una privatizzazione che ha il solo fine di fare cassa e recuperare qualche miliardo di euro per "lenire" il debito pubblico, - ha detto Eugenio Elefante, segretario generale della SLP Cisl Ragusa Siracusa - ma che non tiene in considerazione il ruolo sociale svolto da Poste Italiane sull’intero territorio. Già ora si assiste ai reiterati interventi di chiusura degli uffici postali nelle zone più disagiate e al recapito della corrispondenza a giorni alterni, scelta contestata recentemente dal Parlamento Europeo, compromettendo qualità del servizio offerto e la garanzia del servizio universale”.

Leggi tutto...

 
Notizie
poste

POSTE CHIUSE VENERDÌ PER LO SCIOPERO GENERALE DI SETTORE

Proclamato da Cgil, Cisl, Confsal, Failp e Ugl, per protesta contro i piani nazionali di privatizzazione e per i disagi legati all’assetto regionale. A Palermo lavoratori da tutta la Sicilia sfileranno davanti alla sede regionale dell’azienda

Resteranno chiusi venerdì in Sicilia gli uffici postali, per lo sciopero generale nazionale dei lavoratori delle Poste, proclamato da Cgil, Cisl, Confsal, Failp e Ugl. E anche nell’Isola i dipendenti scenderanno in piazza. Sfileranno a migliaia dalle 10,30 alle 13, a Palermo, da piazza Alcide de Gasperi alla sede regionale dell’azienda. A darne notizia oggi la Slp Cisl Sicilia, che rende noto che nel capoluogo dell’Isola “arriveranno trenta pullman da tutte le province, oltre ai tantissimi lavoratori che si stanno organizzando con mezzo proprio, preoccupati per il futuro dell’azienda, dell’occupazione, e delle loro famiglie”. Inoltre, informa la Slp Cisl regionale che una delegazione di dipendenti delle sedi siciliane sarà presente a Roma davanti al palazzo delle Poste, all’Eur, per la manifestazione nazionale.
“Da mesi – precisa Giuseppe Lanzafame, segretario Slp Cisl Sicilia – tutte le organizzazioni sindacali manifestano, organizzano sit-in, levano denunce sui media e anche coinvolgendo politici di maggioranza e opposizione, per scongiurare la svendita di Poste ribadita dal Governo ancora nel Documento di programmazione presentato per il prossimo triennio”. Il sindacato dice no alla privatizzazione, spiega sottolineando che “chiediamo un nuovo assetto per il settore della logistica e del recapito ma che sia sostenuto da investimenti e non da tagli”. Al no alla privatizzazione, però, si sommano altre ragioni di perplessità. E diversi motivi di disagio. Ne fa l’elenco la Cisl: “dalla disorganizzazione – si legge in una nota – per la quale assai spesso gli utenti ricevono la posta in ritardo, al clima di intimidazione che vige in azienda, con troppi procedimenti disciplinari”. Ancora: “ai ritardi ingiustificati nella trasformazione da part time a full time di 1000 ragazzi; alle pesanti pressioni commerciali”. Poi, c’è il doppio nodo, della “spregiudicatezza con cui ci si vorrebbe disfare di servizi a basso reddito e piccoli uffici, nonostante la loro pubblica utilità”; e della “inesistenza di un piano di sviluppo che sia davvero tale”: che garantisca cioè, puntualizza Lanzafame, i cittadini da una parte, gli oltre diecimila dipendenti siciliani e i 140 mila in tutta Italia, dall’altra.
In Sicilia, in base alle leggi sui servizi di pubblica utilità, puntualizza la Cisl, saranno aperti 44 sportelli su 900: per garantire servizi essenziali come l’accettazione, le raccomandate, i telegrammi. (ug)

origine della fonte : cisl sicilia

 
Notizie

Denuncia ai vertici aziendali : PCL Siracusa .........e adesso anche le zone fantasma

 

 

 

allegati
FileFile size
Download this file (DENUNCIA PCL 5 2016.pdf)DENUNCIA PCL 5 2016.pdf430 Kb

Leggi tutto...

 
Notizie

Sciopero Generale il 4 Novembre 2016 e Sciopero Prestazioni Straordinarie 24 ott – 23 nov.

 

Oggetto: Proclamazione dello sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive e di una giornata di sciopero generale Nazionale della categoria.

Le scriventi OO.SS. esperite con esito negativo (come da verbalizzazione allegata) nei giorni 20 e 21 settembre 2016 presso la Dir. R.U.O.S. di Poste Italiane SpA, le procedure di raffreddamento e conciliazione di cui all’articolo 17 del vigente CCNL riferite al conflitto di lavoro aperto in data 19 settembre 2016

 

PROCLAMANO

lo sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive, per quest’ultime con riferimento al tempo di lavoro aggiuntivo all’orario normale e destinato alla flessibilità operativa, per tutti i lavoratori di Poste SpA  su tutto il territorio Nazionale nel seguente periodo:

DAL 24 OTTOBRE 2016 AL 23 NOVEMBRE 2016

PROCLAMANO INOLTRE

UNA INTERA GIORNATA DI SCIOPERO GENERALE PER IL GIORNO 4 NOVEMBRE 2016

Lo sciopero generale riguarderà tutto il personale dipendente da Poste Italiane Spa sull’intero territorio Nazionale ed avrà inizio dalle ore 00,00 fino alle ore 24,00 del 4 Novembre 2016, per i lavoratori turnisti dovrà intendersi dal 1° turno montante sul giorno 04/11/2016 (turno serale del 03/11/2016) all’ ultimo turno del giorno 04/11/2016 (con esclusione del turno serale del 04/11/2016 montante sul 05/11/2016).

Le motivazioni dello sciopero – per le quali non essendo intervenuti nuovi elementi per la composizione delle controversie in atto si sono esaurite, con esito negativo, le procedure di raffreddamento previste dall’art. 17 lettera B – punto 3 del CCNL – sono quelle contenute nei documenti – che alleghiamo alla presente e che ne diventano parte integrante – inviati all’Azienda in data 04/07/2016 ed il 16/07/2016.

La presente comunicazione vale come preavviso ai sensi della legge 146/90 e successive modificazioni.

Distinti saluti

 

GLI ENTI DELLA CISL CON I SERVIZI

PER IL LAVORATORE

-CITTADINO-CONSUMATORE

caf logo

UTENTI REGISTRATI
CIAO



 4 visitatori online

Cerca
NEWSLETTERS
Iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi HTML?

Il foto album dell'evento è pubblicato sulla nostra pagina facebook

clicca qui per vederlo

Secured by Siteground Web Hosting

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information