Anticipazione TFR per i periodi di maternità (sollecito all'Azienda)
Anticipazione TFR per i periodi di maternità A seguito delle numerose richieste in merito che ci sono pervenute, vi inoltriamo la sollecitazione inviata all'Azienda: Dr. Claudio Picucci Direttore Centrale Risorse Umane Poste Italiane Spa V.le Europa n. 175 00144 R o m a Roma 21 giugno 2004 Prot. 24656 / Coord DeG Oggetto. Anticipazione del TFR per i periodi di maternità Nelle direttive aziendali di Maggio u.s. in materia di tutela della maternità e paternità, viene espressa la volontà di Poste Italiane di recepire ed applicare nel senso più autentico le disposizioni contenute nel Testo Unico. Anche per quanto riguarda le disposizioni il T.U. considera, in merito, l’anticipazione del Trattamento di Fine Rapporto come sostegno economico per la famiglia. La Circolare Aziendale esprime l’intenzione di dare la possibilità, ai genitori che fruiscono dei congedi parentali, di poter beneficiare, se vogliono, dell’anticipo del TFR. Devo constatare, però, che le suddette intenzioni non vengono tradotte in realtà almeno fino a quando non si modificherà il regolamento in Poste Italiane sull’ anticipazione del TFR. Il regolamento prevede, infatti, all’art. 6 lettera D “ solo il rimborso delle spese fatturabili per specifici bisogni del figlio/a”. Non interpretando, così, le finalità della legge che si prefigge di compensare il ridotto guadagno per i lavoratori e le lavoratrici durante i congedi parentali. Tale riduzione di reddito in Poste è del 20% per due mesi e del 70% per i rimanenti 4 mesi. D’altronde, altri datori di lavoro prevedono già anche la copertura del differenziale retributivo tra lo stipendio intero e quello ridotto per congedo parentale con l’anticipazione del TFR. Anche per le adozioni internazionali si verifica una riduzione del reddito che dovrebbe essere, a nostro avviso, compensata con l’anticipo del TFR in quanto molti colleghi sono costretti a lunghi soggiorni in Paesi stranieri per affrontare una paternità e maternità adottiva. Considerata la sensibilità da voi manifestata con la precedente disposizione aziendale sono certo che i nostri suggerimenti saranno recepiti. Distinti saluti IL SEGRETARIO GENERALE Mario Petitto